Home Politica Passa la fiducia, ma la maggioranza è debole

Passa la fiducia, ma la maggioranza è debole

di Redazione
Passa la fiducia al senato

Il voto sulla fiducia al Senato si chiude con 156 sì, 140 no e 16 astenuti (italia Viva), con un finale giallo per id ue voti in extremis a Conte dei senatori Ciampolillo (M5S) e Nencini (Psi-Italia viva). Maggioranza relativa e tanti punti interrogativi sul futuro del governo Conte. 

Le prossime mosse sono già note: l’attuale presidente del Consiglio si recherà al Quirinale per riferire a Mattarella la nuova situazione politica e, con ogni probabilità, indicherà le sue intenzioni di proseguire nella ricerca parlamentare di nuove adesioni al programma governativo illustrato in questi giorni alle due Camere. 

Come si è arrivati a questo risultato? Conte incassa il sostegno di tre senatori a vita, un ex M5S e altri due senatori di Forza Italia. 

Il braccio di ferro tra Conte e Renzi si chiude con una nulla di fatto che, politicamente, per ora, indebolisce proprio il governo e non fa esultare neanche Renzi. 

Se ne saprà di più nelle prossime ore comprendendo bene il ruolo del Centro Democratico e dell’Udc. C’è gran movimento proprio in quella direzione, Conte non nasconde più l’intenzione di costruire anche un gruppo parlamentare di Centro. Utile anche a favorire l’allargamento e i numeri, in politica determinanti, per rafforzare la tenuta complessiva del Governo.  

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!




Articoli correlati

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.