Home Europa Arriva l’Autorumox, il nuovo autovelox del suono

Arriva l’Autorumox, il nuovo autovelox del suono

di Alessandro Urciuolo

La Francia ha pensato di combattere l’inquinamento acustico, sperimentando l’installazione di  Radar sonori (Hidre) che intercettano le frequenze indesiderate e fastidiose considerate troppo alte per la salute dei cittadini.  Sono sette le aree francesi per il momento interessate dal progetto, tra cui Parigi, che sarà la prima capitale al mondo ad erogare multe fino a 135 euro per rumori eccessivi e molesti dovuti al traffico urbano. Circolare su un mezzo che abbia emissioni sonore superiori a 90 decibel, comporterà sanzioni.  

Il centro che sta portando avanti questa sperimentazione è il Bruitparif, insieme all’Agenzia per la salute. La  sperimentazione sta  interessando le zone della movida, , aeroporti e cantieri.

Questi autovelox del suono, sebbene nati per il traffico, vengono impiegati per intercettare anche altri  rumori eccessivi: ad esempio un locale aperto fino a tarda notte che potrebbe creare fastidio a  chi abita nelle vicinanze.

Questa problematica è da anni motivo di attenzione da parte dell’Unione Europa. L’Agenzia europea dell’ambiente  aveva già sollevato la questione da alcuni anni, sottolineandone i danni provocati alla salute.  Stando al report Aea Il Rumore in Europa“,  una persona su cinque è esposta a rumori fastidiosi e nocivi  legati al traffico nelle grandi città. Questo fa presagire che anche altre città europee potrebbero seguire l’esempio francese.

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!




Rispondi