Home Politica Covid, fine dello Stato di emergenza in Italia

Covid, fine dello Stato di emergenza in Italia

di Alessandro Urciuolo

Il Governo ha annunciato l’intenzione di non voler prorogare lo stato di emergenza oltre il 31 marzo. Il Presidente Draghi ha riconosciuto come in Italia, il numero dei contagi e dei morti per covid sia in calo. Questo fattore, dovrebbe portare alla rimozione delle restrizioni imposte ai cittadini durante questo periodo di emergenza sanitaria. Ma tale dichiarazione  sembrerebbe non  tradursi in atti concreti: alla fine dello stato di emergenza non corrisponde l’abolizione delle restrizioni imposte ai cittadini proprio in ragione dell’emergenza; oggi  il voto di fiducia sul decreto legge che fissa l’obbligo di vaccino anti-Covid per determinate categorie di lavoratori over 50 con i relativi vincoli legati al Green Pass, che potrebbe rimarrebbe in vigore fino al 15 giugno.

Quello che avverrà sarà una graduale rimozione delle restrizioni, quali l’obbligo di certificazione sanitaria per accedere a determinati eventi (spettacoli, eventi sportivi), l’obbligo di mascherine FFP2 nelle classi e l’obbligo di quarantena da contatto. Bisogna considerare che l’Italia è  uno  dei pochi Paesi,  se non l’unico in Europa, ad imporre stringenti misure di limitazione della libertà personale. La maggioranza ha allentato o eliminato la quasi totalità delle restrizioni.

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!





Articoli correlati

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.