Home Senza categoria Covid-19, fine dell’emergenza: novità sul fronte “scuola”

Covid-19, fine dell’emergenza: novità sul fronte “scuola”

di Loredana Lovisi

La fine dello stato d’emergenza Covid-19 è fissata al primo aprile, e con essa anche la scuola potrà tornare ad una sorta di normalità: in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto legge contenente le varie novità che verranno applicate.

L’obbligo delle mascherine a scuola resta, preferibilmente quelle di tipo FFP2. Esenti dall’obbligo i bambini fino ai sei anni di età ed i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’utilizzo delle mascherine. Durante le attività sportive non sarà necessario indossarle.

Dal primo aprile torneranno le gite scolastiche, le uscite didattiche ed i viaggi d’istruzione, così come la partecipazione a manifestazioni sportive, accedendovi però, fino alla fine di aprile, esibendo il green pass base (ottenuto attraverso vaccinazione, guarigione oppure test) .

Presenti anche novità legate alla gestione dei casi di positività riscontrati in classe. Da aprile, nelle scuole le lezioni proseguiranno in presenza, anche con almeno quattro casi di positività. Per i bambini oltre i sei anni di età è previsto l’utilizzo di mascherine di tipo FFP2 per i dieci giorni successivi all’ultimo contatto con un caso positivo. Obbligatorio il test antigenico o molecolare alla comparsa di sintomi. I casi positivi al Covid-19 potranno seguire le lezioni a distanza, per poi far ritorno in aula dopo aver riscontrato esito negativo al tampone.

Rimane l’obbligo vaccinale per tutto il personale scolastico, anche se i No-Vax potranno rientrare a scuola, ma non potranno insegnare: non potendo stare a contatto con gli studenti, saranno assegnati ad altri incarichi.

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!




Rispondi