Home Cronaca Raffaella Maietta, per i familiari non si tratta di suicidio

Raffaella Maietta, per i familiari non si tratta di suicidio

di Tiziana Stramaglia

Raffaella Maietta era un’insegnante di 55 anni. La mattina del 5 maggio scorso si era recata presso la stazione di Marcianise: doveva raggiungere la scuola elementare dove lavorava a Napoli, a Piazza Garibaldi. Purtroppo però non ci è mai arrivata: verso le 8 è stata travolta da un treno ed è morta sul colpo. Il magistrato ha subito dato il nulla osta per i funerali: non è stata disposta l’autopsia.

I familiari di Raffaella Maietta non credono al suicidio.

Il marito Luigi e i due figli Tommaso e Katia affermano che Raffaella non aveva motivi per togliersi la vita. Era una persona tranquilla che non mostrava segni di squilibrio: tra l’altro nella ore precedenti non vi erano state discussioni. I suoi familiari sono dunque convinti del fatto che qualcosa sia successo negli attimi precedenti la tragedia. Vogliono sapere se ci sono dei responsabili, anche a titolo omissivo: chiedono dunque che le indagini vadano avanti.

Suo marito Luigi ha anche affermato che sui social sta circolando un filmato della tragica scena, probabilmente ripresa un passante: per questo chiederà al magistrato il sequestro delle riprese che girano in rete.

Fonte: https://www.ilmattino.it/

Altro da EsodoMondo: https://esodomondo.it/category/cronaca/

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!





Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.