Home Tecnologia & Salute L’allarme: otto bambini su dieci fanno un uso eccessivo del cellulare

L’allarme: otto bambini su dieci fanno un uso eccessivo del cellulare

di Angela Pasquariello

Il Dipartimento “Salute Donna e Bambino” dell’Università di Padova, in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria (SIP), ha pubblicato “Salute dei Giovani e Stili di Vita”, un documento che riporta informazioni scientifiche sul ruolo degli stili di vita nei bambini e negli adolescenti.

Una delle principali problematiche rilevate riguarda lo Screen-Time, ossia il tempo trascorso davanti a uno schermo (smartphone, computer, tv, tablet). Il dato allarmante riguarda i più piccoli, i quali si avvicinano sempre più presto ai dispositivi elettronici. In Italia l’80%, 8 bambini su 10 al di sotto dei 2 anni, utilizza il cellulare dei genitori; Il 60% dei bambini tra i 10 e gli 11 anni ha un proprio cellulare.
Molti i rischi conseguenti ad un uso prolungato dei devices digitali: riduzione e problemi alla vista e all’udito, aumento della sedentarietà, maggiori rischi di sovrappeso, riduzione delle ore di sonno, ritardo dell’apprendimento e del linguaggio. Senza trascurare anche gli effetti negativi sulla salute mentale e sulla capacità relazionali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è intervenuta, stilando delle linee guida da seguire, riguardanti specificamente i bambini. L’OMS invita ad attività ludica e fisica contro uno stile di vita sempre più sedentario e invita a un maggior numero di ore di sonno; no agli schermi per i bambini al di sotto dei 2 anni di età e al massimo per un’ora per i bambini tra i 2 e i 4 anni. Mentre, per i genitori è richiesta una maggiore consapevolezza e attenzione.

Rimane la consapevolezza dell’importanza e dell’utilità della tecnologia, ma un suo abuso deve essere contrastato.

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!




Rispondi