Home Tecnologia & Salute Campania. Caos ai pronto soccorso, l’allarme dei medici

Campania. Caos ai pronto soccorso, l’allarme dei medici

di Angela Pasquariello

Il Coordinamento regionale dell’Ordine dei Medici – Chirurghi e Odontoiatri lancia un appello al Governo per la restituzione alla Campania del diritto alla Sanità, chiede un riequilibrio di finanziamento che vede la Regione avvilita da anni.

«Decenni di pessima programmazione del numero di specialisti e di medici di medicina generale, una Sanità considerata fino a 2 anni or sono come bancomat e non come investimento, una politica di disincentivo economico per le professioni devono vedere un’inversione di tendenza che veda la sanità equa e non delle diseguaglianze, solidale e non ostile.»

in Campania dopo dieci anni di commissariamento c’è stato il taglio progressivo di 10mila unità, inoltre la mancanza di appropriati modelli di assistenza sul territorio insieme alla riduzione dei posti-letto negli ospedali della Campania, e alla mancanza di una politica nazionale di rivalutazione economica e di carriera a sostegno dei professionisti sanitari impegnati a vari livelli, in particolare nel settore dell’emergenza, hanno fatto sì, che dopo l’emergenza pandemica, il settore subisse un contraccolpo.

Al Pronto-soccorso le maggiori difficoltà: affollamento di barelle e i medici sempre più bersaglio di aggressioni verbali e fisiche, intimoriti e demotivati che minacciano di dimissioni e fughe verso il privato è una miscela esplosiva che farà collassare ulteriormente il Servizio Sanitario.

A fronte di queste problematiche, è necessario un processo di trasformazione della medicina territoriale, potenziata, strutturata e rilanciata e, consequenzialmente, ad un impiego diverso e qualificato dell’assistenza ospedaliera.

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!





Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.