Home Cronaca Sorelle colpite con l’acido si costituisce la zia

Sorelle colpite con l’acido si costituisce la zia

di Tiziana Stramaglia

Una svolta inaspettata per la vicenda delle due sorelle colpite con l’acido a Napoli. Pare che la zia delle due sorelle sia andata a costituirsi accusandosi del raid con l’acido. Decisamente una piega strana per gli inquirenti che non sono convinti della sua versione.

La Zia delle Sorelle Colpite con l’acido si costituisce

La zia, che ha 20 anni quindi è anche più piccola di una delle due sorelle colpite con l’acido si sarebbe costituita e si è sottoposta ad un lungo interrogatorio. Da quanto emerso dagli inquirenti però la versione della zia delle ragazze non trova pieno riscontro con il quadro probatorio già acquisito. Inoltre si cercano gli altri 5 complici ( 2 donne e 3 uomini) che hanno partecipato al raid.

Il Movente del Raid

Secondo quanto emerso dal racconto della zia il raid contro le sorelle sarebbe l’apice di una storia familiare molto complessa. Il nonno delle due vittime ha avuto una figlia dalla prima moglie e due, tra cui la presunta responsabile dell’aggressione, da un’altra donna.  Anni fa sono nati dei contrasti interni alla famiglia allargata. Con il susseguirsi tra i vari membri della famiglia di insulti via social, pedinamenti, aggressioni fisiche ed anche un’auto incendiata.

Le due sorelle vittime del lancio di acido avrebbero picchiato in un’occasione in strada la zia che avrebbe infine deciso di vendicarsi con il lancio dell’acido.

La donna è stata sottoposta a fermo di polizia giudiziaria. Il reato contestato è “deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permamenti”.

Storia figlia dell’ignoranza che non può che portare le persone a “risolvere i dissidi” tramite la violenza fisica e l’annullamento dell’avversario chiunque esso sia.

Fonte: https://www.quotidiano.net/

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!




Articoli correlati

Rispondi