Home Cronaca Carcere di Santa Maria C.V. Si toglie la vita detenuto, stava per tornare libero.

Carcere di Santa Maria C.V. Si toglie la vita detenuto, stava per tornare libero.

di Gianluca Canfora

Una storia poco chiara arriva dal carcere di Santa Maria Capua Vetere. Il detenuto di cui conosciamo solo il nome “Erasmo” aveva 47 anni ed era di Nola. Quarantotto ore prima aveva saputo che sarebbe stato affidato ai servizi sociali perciò molto vicino a considerarsi “libero”. Infatti, Venerdì aveva ricevuto dalla compagna la notizia che gli era stata concessa la misura alternativa al carcere, domenica si è tolto la vita, impiccandosi con un lenzuolo nella sua cella.

Il Garante campano dei detenuti Samuele Ciambriello è intervenuto nella vicenda dai contorni poco chiari.

“È necessario indagare sulle cause che hanno spinto Erasmo a compiere l’estremo gesto. Al telefono con la compagna era felice di poter finalmente uscire dal carcere e, invece, da quella cella è sì uscito, ma senza vita “

“La morte di Erasmo è chiaramente avvolta da numerose ombre; troppi interrogativi che necessitano di risposte immediate che restituiscano verità e giustizia. Restare insensibili davanti al suicidio di un detenuto significa non ammettere che il sistema carcere ha fallito. La politica, a vari livelli, si preoccupa di trovare soluzioni che evitino queste morti? Come si previene? Penso che l’indifferenza sui temi del carcere sia una concausa”.

Il garante quindi ritiene la morte molto sospetta. Denuncia inoltre altre morti sospette nei carceri campani. Non è difficile infatti immaginare i nostri carceri, ormai luoghi che sembrano dimenticati totalmente dalla società civile, sotto il totale controllo della malavita.

Speriamo che il garante dei detenuti in fondo a questa brutta storia e possa far luce su domande che sorgono spontanee, la prima fra tutte se è da considerarsi davvero un suicidio o no.

Leggi anche: https://esodomondo.it/2022/06/02/festa-della-repubblica-mattarella-esclude-ambasciatore-russo-e-bielorusso/

Fonte: www.repubblica.it

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!




Articoli correlati

Rispondi