Home Politica Zone ZES. Azione: “Facciamo chiarezza!”

Zone ZES. Azione: “Facciamo chiarezza!”

di Redazione

La zone economiche speciali sono state rilanciate dal Ministro per il Sud e per la Coesione Territoriale Mara Carfagna – scrvono Stefano Farina e Domenico Gambacorta di Azione -. Carfagna ha inserito nel PNRR sia la riforma delle Zone Economiche Speciali sia investimenti per 630 milioni di euro per nuove infrastrutture nelle ZES delle regioni del sud.

La riforma è legge dello Stato. Con il Decreto Legge 30 aprile 2022 n. 36, convertito con la legge 29 giugno 2022 n. 79, all’articolo 37 sono previste le disposizioni in materia di ZES e Zone Logistiche Speciali.

Partiamo dalle infrastrutture: 136 milioni di euro su 630 sono destinati alle ZES della Campania. Di questi 26 milioni di euro già decretati a dicembre 2021 e pubblicati in Gazzetta Ufficiale a gennaio 2022, sono destinati alla Valle Ufita per la realizzazione del Terminal Scalo Merci con area di smistamento, nelle immediate vicinanze della stazione Hirpinia.

Se ne parlava da 15 anni. Ora, grazie al Ministro Carfagna, si passa dalle parole ai fatti. Passiamo alle riforme già approvate dello strumento. Innanzitutto saranno riperimetrate le ZES “su proposta del Ministro per il Sud, sentita la Regione”.

Dunque toccherà al Commissario ZES Campania, nominato dal Ministro per il Sud, avviare la procedura di revisione delle aree individuate. In Irpinia attualmente sono Aree ZES, Calaggio, Ufita e Pianodardine.

Inoltre, “il credito d’imposta è esteso all’acquisto di terreni e all’acquisizione, realizzazione ovvero all’ampliamento di immobili strumentali agli investimenti”.

Ora appare strano che si apra un confronto istituzionale, in una sede istituzionale, senza invitare il Ministro Carfagna e almeno qualcuno dei suoi consiglieri che hanno seguito le problematiche ZES in questi 18 mesi.

Ci auguriamo che si rimedi al più presto, provvedendo ad ampliare il confronto con i Sindaci, con i Sindacati e con le Organizzazioni imprenditoriali”.

Vuoi sostenerci?

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.
Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori.
Sostieni l'informazione di qualità, sostieni EsodoMondo.it!





Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.